IL BLOG DEI NOSTRI VIAGGI...E  NON SOLO

CAMPER-TRIPS

IL BLOG DEI NOSTRI VIAGGI...E  NON SOLO

THE TRIP

1° GIORNO 29/11/2018 ORE 9:00

La passione per il camper, la libertà di mobilità,il contatto con la natura,la voglia di viaggiare sono alcuni degli “elementi” che ci accumunano.E la condivisione è un modo d’essere,di vita. Questo il primo viaggio per me e Monica insieme agli amici di sempre Nando e Raffy! Quest'avventura, perchè il viaggio è per noi un'avventura positiva, ci ha visti partire dalla citta di Viterbo, nell'Alto Lazio, in direzione della città di Lubiana. Da neofiti pensavamo: e che ci vuole? 694 km e 9 ore di viaggio che saranno mai? Per vari motivi tecnici abbiamo scelto di usare un solo camper cosìcchè io, Andrea, potevo alternarmi con NANDO, Ferdinando, alla guida! E per fortuna così è stato. Partenza ore 09:00... arrivo??? Beh lo scoprirete più avanti! Il tragitto deciso è stato quello di passare per Orvieto e da lì immetterci sulla A1 per poi arrivare alla frontiera Slovena. Tutto semplice...no? E come no! Ad Orvieto abbiamo dovuto fare sosta forzata per un inconveniente, risoltosi, e ritardare la tabella di marcia di 3 ore. Vabbè che sarà mai, siamo comunque tutti eccitati di questa avventura. Però inizia ad arrivare la fame ed una volta presa l’autostrada facciamo sosta in autogrill per il pranzo. Mentre c’è chi apparecchia e chi sistema qualcosa, scopriamo che la mia genialità di mettere la lasagna nel congelatore, perché alla partenza il frigo mi sembrava troppo caldo, ci fa scoprire che il duomatic funziona egregiamente... ma così bene che tutto è surgelato! Ecco altra lezione appresa in meno di 50km! Senza farci abbattere prepariamo un ottimo aperitivo, analcolico, come piace a noi 4 e si riparte. Tra traffico, lavori onnipresenti sulla rete autostradale nazionale, soste tecniche ed incidenti... ci accingiamo ad attraversare il confine. Sosta all'ultima area di servizio italiana per acquistare la vignetta ( potete trovare le info dettagliate nella sezione "INFORMAZIONI" del blog) e ripartiamo. Con la stessa euforia e trepida attesa dei bambini la notte di Natale superiamo il confine e veniamo accolti dalla bora. Procediamo piano piano fino ad arrivare al punto di sosta prevista al Pri Kovacu, Sostro, alle ore 23:40. Quasi 15 ore di viaggio ma ne è valsa davvero la pena. Vediamo poco di ciò che abbiamo intorno a noi e decidiamo di andare a dormire.

2° GIORNO 30/11/2018 ORE 00:01

Ma non si va a dormire...E' il compleanno di Andrea e allo scoccare dela mezzanotte iniziano i festeggiamenti. Fuori fa davvero freddo -5, ma dentro si sta davvero bene. Dopo qualche brindisi decidiamo di andare davvero a nanna questa volta. Ore 9:00 ci alziamo ed andiamo a conoscere i proprietari della struttura, tra un ingleseitalianosloveizzato ci si comprende, facciamo colazione e cerchiamo di capire  come funziona il trasporto pubblico. Il sistema dei trasporti è intuitivo e funzionale, in 15 minuti siamo al centro di Lubiana. Città bellissima, dal video nella home potete vederne una parte. Gironzoliamo in attesa che arrivi la sera, per l’ "accensione delle luminarie". Mangiamo, passeggiamo  e scopriamo i luoghi di questa città che ci meraviglia per la pulizia delle strade e l'attenzione al cliente/turista da parte delle infrastrutture. Andrea e Raffaella decidono di assaggiare lo strudel, dolce tipico anche in questa parte d'Europa, ma il risultato non li soddisfa appieno. Arriva la sera e vedere l'intera città che fa il countdown è particolarmente emozionante, tutti nella piazza principale ( Piazza Preseren) ad aspettare l'accensione che....booooom illumina a giorno la città. Bello ed imponente da togliere  il fiato lo spettacolo che si manifesta ai nostri occhi. Ogni vicolo o strada è addobbato a festa ed i locali, anche se la temperatura è rigidissima, sono pieni di giovani e meno giovani che siedono ai tavoli esterni e con le coperte sulle gambe ( la città ne è piena) sorseggiano bevande calde, ma non in segno di sfida al Generale Inverno ma in una sorta di abbraccio alla vita. Che dire oltre da vedere almeno una volta. Rimaniamo in giro ancora un pò prima di rientrare al Pri Kovacu, dove ci attendono per cena... è si: se mangi da loro NON PAGHI LA SOSTA ahahaha...!!!

3° GIORNO 01/12/2018 ORE 10:00

Colazione sempre italoslavo e partiamo. Per rientrare in Italia decidiamo di passare per l'Austria e la scelta è azzeccatissima. Il panorama è stupendo e lo spaventapasseri dei controlli, che sembra uno dei problemi che tutti incontrano, si rivela, invece, in un caldo saluto da parte dei gendarmi al nostro passaggio alla frontiera. Il viaggio prosegue in una cornice naturale bellissima, fatta di montagne innevate e cittadine incantevoli. Alcuni impianti sciistici sono cosi vicini alla Statale che puoi decidere di fermarti, prendere sci e slittini ed andarti a divertire. Il viaggio prosegue piacevolmente fino a Bressanone dove entriamo in un paese da favola. Parcheggiamo il camper dopo essere stati guidati dalla polizia locale, molto gentile, in un parcheggio adibito a poche centinaia di metri dal centro. Una città incantevole, un vero presepe. Mangiamo e beviamo vin brulè nelle fantastiche tazze create per l'occasione natalizia...Tella e Andrea continuano la ricerca di quello che per loro è lo strudel perfetto, ma ancora senza successo a loro dire, bah!!!  Si riparte dopo cena per arrivare a Bolzano, dove abbiamo deciso di sostare per la notte presso il Camping Moosbauer, bello e con tutti i servizi, i proprietari cortesi ma sfuggenti.

4° GIORNO 02/12/2018 ORE 10:00

Partenza direzione Merano... abbiamo Monica un pò acciaccata ma questo non basta a fermare la gita. Che dire anche Merano è bellissima, il mercatino che si estende di fianco al fiume Passirio è ordinato, bello, pieno di tutto ciò che cerchi in un mercatino natalizio. Sentir fondersi la lingua italiana con la tedesca da un suono strano all’orecchio all'inizialmente, ma come passano i minuti ti balla in testa l'idea che vivere qua non sarebbe poi per nulla male. Monica riesce ad essere dei nostri e ci visitiamo un luogo bellissimo...e credo che con le luci della notte diventi fiabesco. Ripartiamo nel primo pomeriggio per tornare a Bolzano. Troviamo parcheggio nei pressi di Via Resia, senza essere d'intralcio a nessuno e ci addentriamo nel centro cittadino. Ci aspetta una passeggiata di circa 10 minuti che però è accompagnata dalle vetrine curate dei negozi, alcune anche in stile anni 70...bellissimo. Di nuovo la città ti porta in un mondo fatato, da Piazza Domenicani passiamo verso Via J.W.von Goethe poi via della Mostra fino ad arrivare alla Piazza W. von der Vogelweide che è gremita di giovani che mangiano, bevono e ridono...e noi facciamo altrettanto. Ma per cena decidiamo, visto che siamo nella Capitale Italiana della BIRRA, di andare a visitare il ristorante della FORST - FORSTERBRAU CENTRAL ( via J. Wolfgang von Goethe). Esperienza divina, rapporto qualità prezzo giusto, non economico sia chiaro, il locale è davvero caratteristico. Durante la cena decidiamo di metterci in viaggio appena finito e pernottare a Verona, cosi da poter avere maggior tempo per visitare la città la mattina successiva. Piano piano torniamo al camper e nel silezio composto della notte accendiamo e partiamo per la prossima tappa.

5° GIORNO 03/12/2018 ORE 01:00

Arriviamo a Verona e facciamo sosta presso l'area di Porta Palio. Sorpresa... si è bloccato il gas, quindi no acqua calda e no riscaldamento... fortuna che DASCA, il camper, è ben coibentato. La notte, a differenza dei racconti di altri viaggiatori, scorre tranquilla. La mattina il risveglio è "fresco", ci prepariamo ed andiamo alla scopertà di una delle città piu famose d'Italia, quella di Romeo&Giulietta. Vediamo tutti i posti che la guida ci consiglia: passeggiamo sul ponte sopra il fiume Adige, guardiamo i bellissimi palazzi e le stradine brulicanti di giovani che avevano deciso di passeggiare invece che andare a scuola quel giorno, mischiati a turisti e non. Ci avvicianiamo al balcone più famoso al mondo, quello di Giulietta, passando per le meravigliose piazze della città che ospitano bancarelle ed attrazioni natalizie... e via via arriviamo all'Arena. La passeggiatsa nella città ci ha fatto vedere monumenti bellissimi ed unici: piazza Bra,Via Mazzini, Piazza delle Erbe, la casa di Giulietta e la Torre dei Lamberti, Porta Borsari e le Arche Scaligere...la Cattedrale, il Teatro Romano, il Ponte Scaligero, la Basilica di San Zeno, il Museo degli Affreschi, Castelvecchio, la casa di Romeo... un viaggio tra storia, arte, spettacolo e la storia d'amore più bella ed unica al mondo. Ma come tutte le cose belle, arriva il momento di rientrare. Si riparte, direzione Viterbo.... sembra facile cosi ma la voglia di non rientrare sembre decidere sugli elementi della terra ed alza una nebbia fitta che ci accompagna fino a casa. Il nostro primo viaggio è stato bellissimo, inimmaginabile. Abbiamo scoperto cose che non conoscevamo ancora della vita del turista itinerante, abbiamo superato i nostri limiti personali, abbiamo condiviso momenti belli e meno che si sono palesati durante questi giorni...ma tutti noi ne siamo usciti migliorati, proprio quello che fa un VIAGGIO ti porta a fare, migliorarti ogni volta.

Viaggiare non è solo andare dal punto A al punto B ma scoprire ed amare il tragitto e ciò che incontri... e questo che fa la differenza!!!!

Al prossimo TRIP...!!!

 

Andrea

 


ACCENSIONE LUMINARIE- Lubiana 2018